Sicurezza:un problema di informazioni o di convivenza?
Un nuovo software investigativo consente di scoprire percorsi e significati in un caos di indizi, favorendo la tempestiva identificazione di eventuali malintenzionati.
Qualche anno fa, racconta Jeff Jonas, un amico gli organizzò un incontro con la National Security Agency (NSA), un ente governativo molto conosciuto nel mondo per le sue capacità tecnologiche nello spionaggio. Egli non sapeva esattamente cosa aspettarsi. «Non avevo mai messo piede a Washington», dice Jonas, fondatore e responsabile scientifico di Systems Research and Development, un'azienda di Las Vegas che produce software personalizzato per casinò e altre imprese che hanno necessità di controllare i dipendenti e prevenire i furti. Jonas era veramente orgogliosa di NORA (Non-Obvious Relationships Awareness, consapevolezza delle relazioni non evidenti), il software analitico della sua azienda. Il sistema può collegare, incrociandole, milioni di transazioni al giorno, ricavandone dati importanti come la preziosa informazione che un aspirante dipendente del casinò ha una sorella che condivide un numero di telefono con un noto personaggio della malavita. Ma Jonas riteneva che questa capacità non avrebbe affatto impressionato i maghi della NSA.