La legge di Moore
Nel 1965, quando Gordon Moore di Fairchild Semiconductor teorizzò che il numero dei transistor su un chip per computer sarebbe raddoppiato ogni anno, i chip più avanzati possedevano circa 60 componenti. Nel 1975, Moore - uno dei fondatori di Intel, nel 1968 - modificò le sue previsioni e stabilì che il raddoppiamento sarebbe avvenuto ogni due anni. Finora, i fatti gli hanno dato più o meno ragione. Ma la crescita potrebbe subire un rallentamento in quanto gli ingegneri hanno sempre più difficoltà a risolvere i problemi legati al calore prodotto e all'energia consumata dai chip stipati di transistor.
di Kristina Grifantini 23-01-09
Il primo circuito integrato funzionante, a base di germanio, è stato realizzato da Jack Kilby alla Texas Instruments, nel 1958. Il prototipo in figura ha un transistor (piccolo punto a sinistra) unito a due cavi dorati e a un condensatore (punto nero centrale). Il germanio, fissato su una lastra di vetro, è diviso in tre resistori dalle linguette nella parte inferiore. Dimostrando che tutti e tre i tipi di componenti possono funzionare sulla stessa base di germanio, Kilby ha creato un sistema per migliorare le prestazioni e abbassare i costi dei congegni elettronici.