Un inalatore da quattro soldi
di Tom Mashberg 07-03-07
Le aziende farmaceutiche stanno cimentandosi sempre più nella creazione di versioni inalabili dei loro vaccini e farmaci per evitare i problemi e i pericoli delle iniezioni. Un nuovo inalatore che costa solo quattro centesimi di dollaro (3 centesimi di euro), potrebbe somministrare medicine in polvere con la stessa efficienza degli inalatori tradizionali che costano dieci volte tanto. La tecnologica, che non usa parti in movimento, potrebbe aiutare i paesi poveri ad abbandonare le siringhe, che costano pochi soldi, ma richiedono personale addestrato e comportano sempre un rischio di infezioni. Per rendere l'inalatore il più economico possibile, gli ingegneri di Cambridge Consultants di Cambridge, in Inghilterra, e di Boston si sono concentrati sulla sua forma interna. Quando un paziente usa questo inalatore, una specie di tornado in miniatura si forma all'interno del dispositivo, sollevando il farmaco polverizzato in aria. L'azienda è in contatto con società farmaceutiche per testare il nuovo inalatore con un vaccino influenzale in polvere e altri farmaci. Sebbene l'inalatore rappresenti solo una frazione del costo di una dose di vaccino (il cui prezzo varia attualmente fra i 3 e i 7 dollari), il risparmio potrebbe fare la differenza. «Tutti quelli che lavorano in questo campo sognano un futuro in cui siano disponibili questi semplici, economici metodi di somministrazione dei vaccini», dice Donald Francis, cofondatore di Global Solution for Infectious Disease, un'azienda no profit di sviluppo di vaccini. «Arrivare a un sistema di vaccinazione che non usi aghi è un obbiettivo condiviso dalla maggior parte di noi».