Programmazione estrema: l'esperienza di Zero G
di 08-03-04
Zero G è una azienza sopravvissuta. La softwarehouse di San Francisco è specializzata in software di installazione, i programmi che vengono eseguiti quando si mette un nuovo applicativo dentro al personal computer. Il suo quartier generale è situato nell'area a Sud di Market Road, un tempo in pieno boom, e Zero G continua a macinare utili malgrado la scomparsa di tanti vicini falliti con lo scoppio della bolla speculativa. Questo non le ha impedito di correre lo stesso rischio, racconta il suo presidente e fondatore Eric N. Shapiro, non per colpa della new economy, ma per l'approssimazione che caratterizzava lo sviluppo dei prodotti prima dell'adozione di una metodologia chiamata «programmazione estrema».