GIOCHI IN RETE
di 08-03-04
I ricercatori dell'Almaden Research Center a San Jose, in California, hanno creato un software sperimentale che permette fino a 500 utenti di partecipare a giochi di rapidità, precisione e alta intensità di lavoro per il processore come Quake II. In passato, chi caricava questi giochi sul proprio personal computer poteva giocare su Internet solamente con poche persone. Ma il software di IBM distribuisce la responsabilità di simulare differenti ambienti del mondo di Quake, simile per molti versi alla serie dungeon, ai computer «a griglia» o a quelli remoti. Il sistema fa da mediatore tra i computer degli utenti e la rete dei computer, definendo la direzione, la velocità e altri dati di un personaggio nel passaggio da una zona all'altra. James Kaufman, il ricercatore responsabile del progetto, sostiene che IBM sta «spiegando agli utenti» del mercato dei giochi online come il sistema può contribuire a creare mondi fantastici più grandi e più complessi.