COMUNICARE CAMBIA FACCIA, E FORSE LA NASCONDE
L'UNIONE EUROPEA HA COMMISSIONATO A UNA DOZZINA DI CENTRI DI RICERCA SUL FUTURO UN PROGETTO PER AVERE INDICAZIONI SU DOVE SIA PIù OPPORTUNO INDIRIZZARE I FONDI DI RICERCA PER ACCELERARE L'EVOLUZIONE E AUMENTARE LA COMPETITIVITà DEL «SISTEMA EUROPA». PARTE DI QUESTO PROGETTO HA SVILUPPATO UN'ANALISI PREVISIONALE DELLE EVOLUZIONI TECNOLOGICHE E LE HA MESSE IN RAPPORTO CON IL MONDO DELLE TELECOMUNICAZIONI. L'ARCO TEMPORALE OSSERVATO è MOLTO LUNGO, FINO AL 2020. IN QUESTO PERIODO ASSISTEREMO A CAMBIAMENTI SIGNIFICATIVI E IN PARTE NE SAREMO PROTAGONISTI. ALCUNI DEI RISULTATI RAGGIUNTI CONSENTONO QUINDI DI ALLARGARE LA RIFLESSIONE ALLE CONSEGUENZE CHE NE DERIVANO PER LA VITA QUOTIDIANA.
di Roberto Saracco 08-03-04
Rispondere alla domanda (1) formulata dalla Unione Europea sugli scenari della Società dell'Informazione è non solo complesso, ma rischia di fornire indicazioni inconsistenti. Prevedere il futuro è un'attività molto interessante, ma porta in generale a errori clamorosi. Più si amplia il campo di osservazione e si sposta l'orizzonte temporale, più il rischio di prendere cantonate diventa certezza.