La TV dopo la televisione
Da un'alleanza tra Google e gli appassionati delle novità tecnologiche di Silicon Valley arriva un progetto per svecchiare la televisione, che ha superato i settant'anni. Una sfida ambiziosa che riguarda anche una nuova funzione di Internet.
di Robert D. Hof 02-05-11
L'anno scorso, tra febbraio e maggio, quasi ogni settimana Google ha invitato gruppi di visitatori in una piccola stanza creata all'interno dei coloratissimi uffici della sua sede di Mountain View, in California. Nella stanza c'erano un comodo divano, delle poltrone, una grande pianta finta in un angolo e un mobile basso, sul quale era poggiato un grande televisore ad alta definizione. Sotto gli occhi attenti di un team di tecnici e dirigenti celati dietro lo schermo di un finto specchio, gli ospiti avevano a disposizione una tastiera senza fili, con la quale potevano digitare il nome di un programma televisivo, dalla soap opera All My Children in onda sul canale ABC, al telefilm Glee da vedere però via Web, a una puntata registrata del telegiornale satirico The Daily Show incisa in un videoregistratore digitale. Oppure potevano navigare tra una miriade di divertenti spot pubblicitari del bagno schiuma Old Spice su YouTube. Il tutto senza staccare gli occhi da quell'enorme televisore.