NANOTECNOLOGIA - Un nuovo focus per la luce
Kenneth Crozier e Federico Capasso hanno creato antenne ottiche per mettere a fuoco la luce che potrebbero aprire la strada a DVD in grado di contenere centinaia di film.
di Katherine Bourzac 26-04-07
I ricercatori che hanno provato a creare DVD ad alta capacità, chip per computer più potenti e microscopi ottici ad alta risoluzione si sono per anni scontrati contro il limite di diffrazione. Le leggi della fisica stabiliscono che le lenti usate per dirigere i fasci di luce non possono concentrarli su un punto il cui diametro sia meno della metà della lunghezza d'onda della luce. In laboratorio i fisici sono riusciti a spostare in avanti i limiti della diffrazione, ma i sistemi che hanno utilizzato sono troppo delicati e complessi per usi pratici. Alcuni ingegneri elettrotecnici della Harvard University guidati da Kenneth Crozier e Federico Capasso hanno ora scoperto un processo semplice che potrebbe trasferire i vantaggi dei raggi luminosi ad alta concentrazione nelle applicazioni commerciali. Aggiungendo antenne ottiche in nanoscala a un laser disponibile sul mercato, Crozier e Capasso hanno focalizzato la luce a infrarossi su un punto grande 40 nanometri, vale a dire un ventesimo della lunghezza d'onda della luce. Queste antenne ottiche potranno un giorno aprire la strada a dischi come i DVD che memorizzano 3,6 terabyte di dati, l'equivalente di oltre 750 DVD registrabili a 4,7 gigabyte.