Vedere in 3D

Pronti a Survivor in 3D? Harold Garner sta creando una tecnologia che potrebbe rendere la TV olografica - e molti altri olo-apparecchi - una realtà.

di 01-05-05
Oltre venticinque anni fa George Lucas sorprese piacevolmente il pubblico cinematografico con un messaggio olografico di una principessa in pericolo. Ora, asserragliati in una piccola stanza al primo piano della Medical School della Università del Texas, a Dallas, il fisico Harold Garner e un gruppo di ingegneri stanno producendo la tecnologia che potrebbe infine portare le immagini tridimensionali in movimento nelle nostre case. Alla domanda se il suo progetto di HoloTV renderà possibile la visione di immagini come la richiesta di aiuto della principessa Leia, egli sorride e dice: «Già sappiamo quale sarà il nostro primo vero film»; una ricreazione del messaggio di Leia. Garner spera che il video previsto sarà «il primo sonoro olografico». Il suo laboratorio è il rifugio degli ingegneri, peraltro un po' fuori luogo in una facoltà medica. Ma le tecnologie ideate dal suo gruppo sono cruciali per la moderna ricerca biomedica e per le future procedure mediche. Anche se la televisione olografica può sembrare ancora lontana dal perfezionare tecniche di formazione di immagini mediche, come la sonografia, è più che mai al centro dell'attenzione per quanto riguarda una lista apparentemente infinita di applicazioni per gli ologrammi dinamici: display avanzati per piloti e soldati, videogiochi tridimensionali e schermi di controllo per il traffico aereo sono alcuni dei possibili usi a breve termine che Garner intravede. La televisione olografica richiederà probabilmente un altro decennio di sviluppo, ma Garner è sicuro che arriverà il suo momento, come ha avuto modo di ribadire mostrando il funzionamento del sistema olografico a Erika Jonietz, redattrice di "Technology Review", edizione americana.