Solare alternativo

di 01-05-05
Le celle solari promettono energia pulita e illimitata, ma sono notoriamente poco efficienti nel convertire i raggi solari in elettricità. Stirling Energy Systems di Phoenix e i Sandia National Laboratories hanno stretto una collaborazione per sperimentare sul campo una tecnologia solare alternativa che sembra garantire il doppio dell'efficienza delle tradizionali celle solari al silicio (l'efficienza in questo caso è definita come l'elettricità prodotta per watt di luce solare che cade su una determinata area). I ricercatori hanno realizzato un prototipo di centrale elettrica usando 6 motori alimentati con energia solare. Ogni motore è formato da un grande disco, 11 metri e 60 cm di diametro, costituito da 82 specchi. Gli specchi fanno convergere i raggi del sole su un ricevitore contenente un fascio di piccoli tubi metallici pieni di idrogeno. Il gas si espande quando viene riscaldato dai raggi solari e si raffredda quando passa attraverso gli scambiatori di calore. Queste espansioni e contrazioni mettono in moto i pistoni che a loro volta azionano un generatore. Anche se singoli motori a disco solare sono già stati sperimentati come sistema per portare l'energia in località remote, questa è la prima volta che qualcuno li usa per costruire una centrale elettrica. L'obiettivo di Stirling Energy Systems è di realizzare impianti con migliaia di motori e vendere l'energia - sufficiente per decine di migliaia di abitazioni - alle società di servizi pubblici. L'azienda è in trattative con alcune utilities in Arizona, California, Nevada e New Mexico e spera di avere a disposizione il suo primo impianto commerciale funzionante entro il 2007.