Professione legale assistita

Intelligenza artificiale, giustizia reale?

di Duncan Graham-Rowe 01-05-05
Nell'ultimo decennio le industrie manifatturiere, finanziarie e delle comunicazioni hanno fatto affidamento sull'intelligenza artificiale. Ma un tipo di attività continua a opporre resistenza: la professione legale. L'idea di una macchina che prenda decisioni legali è stata a lungo considerata da chi si oppone pericolosa ed eticamente insostenibile. Comunque qualcosa sta per cambiare, sostiene John Zeleznikow, un informatico della Victoria University, a Melbourne, in Australia. Zeleznikow crede che l'IA possa avvicinare le persone alla giustizia e ridurre decisamente i costi del funzionamento dei servizi legali.