Gregory T. Huang
Alla Università di Nagasaky, nella città di Nagasaky, in Giappone, l'ingegnere meccanico Shunji Moromugi indossa un paio di quelli che egli chiama «pantaloni amplificatori di potenza» e inizia a lavorare. Tenendo sulle spalle un bilanciere di 16 kg, Moromugi esegue 90 piegamenti sulle gambe in 90 secondi senza un minimo di affanno. Ciò grazie a pantaloni con sensori computerizzati che rivelano cosa stanno facendo le sue gambe - flessioni fino al ginocchio - e a muscoli artificiali a forma di tubo, montati ai lati di entrambe le ginocchia, che si espandono e si contraggono con i flussi di aria compressa. I muscoli artificiali sono attaccati a un sostegno d'acciaio che va dalla coscia al polpaccio; quando si allungano, essi estendono il ginocchio di Moromugi e lo aiutano a tornare in piedi con minore fatica.