ACI con ONU per la sicurezza stradale
Gli incidenti diventeranno la quinta causa di morte nel mondo senza interventi sinergici globali.
di 06-07-11
«Per contrastare l'incidentalità stradale nel mondo servono strategie condivise e programmi sinergici a livello internazionale e locale, che ridefiniscano il rapporto quotidiano tra gli individui e il loro fabbisogno di mobilità, puntando sul rispetto delle regole e sulla consapevolezza alla guida. La carenza di risorse non può giustificare l'immobilismo, perché 1 euro speso per la sicurezza stradale frutta 20 euro in risparmio di spesa sociale. Si può evitare un sinistro fatale su tre con investimenti finalizzati alla sicurezza delle infrastrutture». Lo ha dichiarato il Presidente dell'ACI e Vice presidente della Federazione Internazionale dell'Automobile, Enrico Gelpi, in occasione del lancio ufficiale in Italia del Decennio di iniziative 2011-2020 indetto dall'ONU per la sicurezza stradale e organizzato dall'ACI, dal Ministero della Salute, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.