Resa dei conti per il carbone
di David Talbot 20-06-07
Il carbone, il più abbondante dei combustibili fossili, è anche, per ogni watt che se ne ricava, il peggiore produttore di gas serra. Nel mondo bruciare il carbone genera il 41 per cento delle emissioni di biossido di carbonio, provenienti da usi energetici. Nonostante ciò si prevede una crescita molto rapida nel prossimo futuro nell'uso di questo combustibile (si veda China's Coal Future Gennaio/Febbraio 2007). Un nuovo documento del MIT, The future of Coal: Options for a Carbon-Constrained World, descrive una varietà di tecnologie avanzate per l'uso del carbone, ma raccomanda che siano accompagnate da tecnologie di cattura e sequestro sotterraneo del biossido di carbonio, applicate su scala gigantesca . «Non sembrano esserci questioni tecniche irrisolvibili» per quanto riguarda la realizzabilità e sicurezza del sequestro del CO2, è scritto nel rapporto, ogni ostacolo «sembra essere affrontabile e superabile». Il rapporto contiene suggerimenti su dove gli Stati Uniti e la Cina potrebbero iniziare a immagazzinare il loro biossido di carbonio. Nel caso della Cina le possibili aree di accumulo (sotto) sono state ordinate secondo la priorità di studio. Si tratta di bacini sedimentari e la priorità è stata assegnata in base alla loro complessità geologica e prossimità a sorgenti di biossido di carbonio. Il giallo indica la massima priorità, seguito da arancione, blu e rosa.