Elettricità dal calore
di Kevin Bullis 20-06-07
Materiali in grado di convertire direttamente il calore in elettricità sono stati usati in alcuni impieghi di nicchia, come l'alimentazione delle sonde spaziali dirette allo spazio profondo. Ma si tratta di tecnologie troppo inefficienti e costose per la loro applicazione principe: il recupero dell'immensa quantità di energia contenuta nel calore gettato via da centrali elettriche o automobili. Alcuni ricercatori dell'Università della California, a Berkeley, hanno ora dimostrato che un materiale organico a basso costo può convertire calore in energia, spianando potenzialmente la strada alla generazione di termoelettricità competitiva. I ricercatori hanno intrappolato un gruppo di molecole organiche (rappresentate dalle sfere multicolori, sopra) fra uno strato d'oro (in basso) e la punta d'oro ultrasottile di un microscopio a effetto tunnel. I ricercatori hanno poi riscaldato la superficie d'oro, utilizzando la punta del microscopio per misurare il voltaggio che si era creato fra molecole e metallo. Un sistema su larga scala di conversione del calore richiederà un processo in grado di realizzare diversi strati di queste giunzioni fra due fogli metallici, uno per applicare il calore e l'altro per raccogliere l'elettricità.