A MINORE RAGIONE
Perché di tecnologia si può morire, ma si vive comunque
di Gian Piero Jacobelli 20-06-07
Come esseri razionali, non abbiamo altra scelta che percorrere la strada che la conoscenza ha aperto davanti a noi: l'affermazione di Roger Scruton, che si legge nelle pagine precedenti, appare tanto vigorosa quanto convincente. Vigorosa, perché si basa su un principio determinato e determinante: quello della razionalità. Convincente, perché, dato quel principio, ne trae l'unica conclusione possibile. Se la razionalità è ciò che ci caratterizza in quanto esseri umani rispetto ad altri esseri che umani non sono in quanto non sono, o non sarebbero, razionali, quello di perseguire comportamenti razionali non può non costituire l'obiettivo e l'imperativo categorico della nostra specie.