In biologia conta la forma

La ricerca sulle proteine malformate potrebbe dar vita a un tipo di farmaci del tutto originali

di Corie Lok 03-07-05
A metà degli anni 1990, mentre il morbo della mucca pazza diffondeva il panico in tutta Europa, gli scienziati cominciarono ad accettare un'idea controversa: forse questa malattia che danneggia i centri cerebrali non era causata da un virus o un batterio, ma da una proteina già si trovava nell'organismo. Sottili cambiamenti nella forma di proteine normalmente innocue potrebbero essere sufficienti a trasformarle in un agente mortale che fa diventare poltiglia i cervelli delle mucche e di qualche sfortunato bue. I ricercatori, allora ancora ignari, si resero anche conto che altre proteine malformate erano alla radice di malattie comuni come il morbo di Parkinson, l'Alzheimer, il diabete e persino il cancro.