Germania

di Thomas Vasek 04-07-05
Un secolo fa con una industria chimica leader mondiale e la sua generazione di fisici la Germania era considerata un peso massimo tecnologico. Oggi ha perso molte posizioni in diversi settori emergenti. L'industria biotecnologica tedesca, per esempio, è partita con grave ritardo (fino a metà degli anni 1990 non è praticamente esistita) e sta ancora cercando di recuperare. E se le università tedesche riescono a eccellere in ricerche nanotecnologiche, molti temono che la nazione non sia in grado di trasformare la ricerca di base in nuovi prodotti.