La retina artificiale di IIT
è tutto italiano il primo prototipo di retina artificiale organica, creato dal dipartimento NBT, CNST (Iit@Polimi) e Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano. A coordinare il rivoluzionario progetto Guglielmo Lanzani e Fabio Benfenati.
di (fonte IIT) 18-02-11
La premessa che ha guidato il gruppo è la ricerca di una soluzione ai problemi legati al malfunzionamento della retina umana. Questa è composta da un insieme di fotorecettori neuronali, chiamati coni e bastoncelli, capaci di captare i segnali luminosi, trasformarli in impulsi elettrici che vengono trasportati al cervello attraverso il nervo ottico. Mancanze, difetti o patologie di questi fotorecettori portano a conseguenze più o meno gravi e debilitanti, dal daltonismo alla cecità.