Italia Camp: un motore di intelligenza collettiva
di Massimiliano Cannata 10-01-11
Obiettivo innovazione. Dieci idee per cambiare il paese. La Luiss lancia la sua sfida che da Nord a Sud attraversa la penisola, guardando all'Europa. Il progetto si chiama Italia Camp e si nutre di una precisa ambizione: definire un percorso utile a voltare pagina per parlare di futuro e rilanciare la competitività. «L'iniziativa», spiega Fabrizio Sammarco, vicepresidente esecutivo e animatore dell'Associazione Italia Camp, «mira a riannodare il difficile e spesso discontinuo rapporto tra scuola e impresa, collocando in primo piano i giovani». Volendo utilizzare la celebre definizione del filosofo del virtuale Pierre Levy, viene in mente il "motore" dell'"intelligenza collettiva", carburante essenziale della network society, che scaturisce dalle menti più fresche e più libere da pregiudizi, chiamate a "ripulire" la leadership e la classe dirigente da quelle incrostazioni che di fatto impediscono alla collettività di intercettare i trend dello sviluppo.