La radio più piccola del mondo
Un singolo nanotubo al carbonio svolge le funzioni di tutte le principali componenti di una radio.
Agisce, per esempio, sulla sintonia attraverso un segnale radio e produce audio attraverso una cassa
esterna. Nell'immagine, un nanotubo comincia a vibrare in sintonia con un segnale radio se il
segnale corrisponde alla frequenza di risonanza naturale dello stesso nanotubo.
di Prachi Patel-Predd 27-12-07
Un team di ricercatori ha costruito la radio più piccola del mondo a partire da un nanotubo di carbonio. Il nanotubo, situato tra due elettrodi, svolge le funzioni di tutte le principali componenti elettriche di una radio, comprese quelle di sintonizzatore e amplificatore. Agisce sulla sintonia attraverso un segnale radio e produce audio tramite una cassa esterna. Non è ancora chiara l'applicazione pratica di questa radio, ma è certo che il dispositivo potrà essere impiegato nella realizzazione di sensori biologici e ambientali. I ricercatori sono attualmente impegnati nello sviluppo di sensori microelettromeccanici (MEMS) destinati a misurare il livello dello zucchero nel sangue o i marker oncologici nell'organismo.