Neuroni su chip
di Katherine Bourzac 31-12-06
I piccoli cambiamenti nel modo in cui i segnali elettrici si muovono attraverso i neuroni sono la base dell'apprendimento, della memoria e di molte patologie cerebrali. Ma non è stato semplice per i neuroscienziati osservare questi cambiamenti in dettaglio. Alcuni ricercatori della Harvard University hanno ora creato uno strumento ad altissima sensibilità: nanofili di silicio che amplificano segnali elettrici piccolissimi, provenienti da 50 punti diversi di un singolo neurone. I metodi finora esistenti potevano raccogliere segnali provenienti solo da uno o due punti. Il chimico Charles Lieber e i suoi collaboratori montano i nanofili su un chip di silicio, depositano guide elettriche per connetterli e aggiungono molecole di proteine che promuovono e controllano la crescita del neurone. Infine, disseminano il chip con neuroni di ratto e li lasciano crescere per un periodo fra i quattro e i dieci giorni. Le proteine forniscono un percorso alla crescita dei neuroni lungo il chip, assicurando il contatto con i nanofili. La tecnologia potrebbe aiutare i neuroscienziati a comprendere le basi dell'apprendimento, della memoria e delle malattie.