Obiettivo: le cellule immunitarie maligne
Il vaccino derivato dal DNA contrasta con efficacia la sclerosi multipla
di Erika Jonietz 06-02-04
I farmaci per le malattie autoimmuni come la sclerosi multipla, il diabete tipo 1 e l'artrite reumatoide curano i sintomi, ma non aggrediscono le cause. I ricercatori ora sperano di cambiare la situazione con una classe emergente di vaccini composti da DNA che bloccano le cellule immunitarie che non funzionano bene. I primi risultati sono stati così promettenti che le sperimentazioni umane per la prima terapia - quella contro la sclerosi multipla che ha permesso a topi paralizzati di riprendere a camminare - cominceranno all'inizio del prossimo anno.