• Pixabay
Archiviare informazioni in oggetti quotidiani
Un nuovo metodo permette di archiviare dati sotto forma di DNA in ogni genere di oggetto, come bottoni, bottiglie d'acqua e persino nelle lenti degli occhiali, per poi recuperarli anni dopo.
di Lisa Ovi 18-12-19
Ricercatori dell'ETH di Zurigo, hanno sviluppato un metodo che permette di archiviare grandi quantitativi di dati in quasi ogni genere di oggetto grazie a molecole di DNA. Lo studio, diretto da Robert Grass, professore di chimica e bioscienze applicate, in collaborazione con Yaniv Erlich, informatico israeliano, è stato pubblicato da Nature Biotechnology.