Acido ialuronico e memoria
Uno studio internazionale, a cui ha partecipato anche l'IIT, mostra il legame tra l'acido ialuronico e i complessi meccanismi che sovrintendono ai processi mnemonici.
di (fonte IIT) 16-10-10
Un nuovo tassello fa luce sulla complicata dinamica dei meccanismi che sovrintendono ai processi della memoria. Lo ha chiarito uno studio internazionale, a cui ha collaborato anche di Alexander Dityatev, del Dipartimento NBT dell'IIT, e pubblicato di recente sulla rivista "Neuron". Il lavoro ha mostrato il ruolo chiave dell'acido ialuronico nella regolazione della plasticità sinaptica dell'ippocampo, area encefalica deputata alla memoria. In sintesi, rimuovendo tale componente dalla matrice extracellulare, ne riusultano compromessi tanto la plasticità sinaptica che la memoria a lungo termine.