• Ariel Davis

A che punto siamo con l’Intelligenza artificiale generale?

Una macchina in grado di pensare come una persona è stata la visione guida della ricerca sull'intelligenza artificiale sin dai primi giorni, ma ancora oggi rimane difficile capire se sarà possibile realizzarla e se ha senso insistere su questa strada.

di Will Douglas Heaven 18-10-20
L'idea dell'intelligenza artificiale forte come la conosciamo oggi inizia con uno scoppio di dot-com a Broadway. Venti anni fa, prima che Shane Legg si incontrasse con il neuroscienziato Demis Hassabis e insieme si mettessero in contatto con Mustafa Suleyman, un attivista in campo sociale, per fondare un’azienda chiamata DeepMind poi acquistata da Google per più di mezzo miliardo di dollari quattro anni dopo, Legg ha lavorato in una startup a New York chiamata Webmind, fondata dal ricercatore di intelligenza artificiale Ben Goertzel. Oggi i due uomini rappresentano due rami molto diversi del futuro dell'intelligenza artificiale, ma le loro radici risalgono a un terreno comune.