• Una simulazione computerizzata mostra la collisione dei due buchi neri, un evento di incredibile potenza, individuato recentemente.
Una nuova finestra sull’universo
Dopo un secolo, sono state individuate delle increspature nel tessuto dello spazio-tempo, che confermano una delle previsioni della relatività generale di Einstein.
di Mike Orcutt 13-02-16
Alcuni ricercatori hanno annunciato giovedì scorso il primo rilevamento di onde gravitazionali, le increspature nello spazio-tempo predette da Einstein 100 anni fa. La scoperta conferma non solo una predizione della teoria della relatività generale, ma anche la natura dei buchi neri, offrendo agli astronomi un nuovo strumento per l’osservazione del cosmo.