Log In
Non hai un account? Registrati
I dati inseriti non sono corretti.
Usa un account esistente:
Il fracking e i terremoti in aumento: Tutta colpa dell’uomo
Esistono delle alternative al pompaggio delle acque reflue, operazione che provoca terremoti e contamina le falde acquifere.
Di David Talbot il 30-03-16
Secondo la nuova previsione annuale sul rischio di terremoti, pubblicata martedì dal Geological Survey degli Stati Uniti, alcune parti del Texas e dell’Oklahoma correrebbero ora lo stesso pericolo delle aree maggiormente colpite da terremoti in California – e precisa che l’aumento è dovuto al riversamento sotterraneo delle acque reflue generate durante l’estrazione di petrolio e gas naturale.

Quello delle acque reflue è un problema a due fronti. Stando allo USGS, l’incremento del rischio sismico in aree solitamente non soggette a terremoti metterebbe in pericolo la vita di sette milioni di persone. Queste scosse sismiche sono solitamente piccole ma, finora, i terremoti causati dall’uomo sono arrivati a toccare magnitudo 5.6.
Gentile utente per visualizzare l'articolo completo, o per far parte degli insider di MIT Technology Review Italia.
Advertisement